La storia di Mingo

Mingo, calzature artigianali per un’eleganza impeccabile

Mingo di Portofino è un negozio storico della Riviera ligure di Levante, nato negli anni Trenta circa. Secondo la tradizione, la fama del ciabattino che diede vita a questa attività iniziò a circolare dopo un’importante commessa, affidatagli dalla contessa Camerana che gli chiese di riprodurle un sandalo che a lei piaceva molto. Il nome dell’artigiano, che da allora si specializzò nella creazione a mano di shoes a Portofino, cominciò a diffondersi e, parallelamente, aumentò la produzione artigianale della bottega con la realizzazione delle sue prime scarpe estive di corda e poi, in seguito alle applicazioni in sughero, i suoi primi “zatteroni”. S’intensificò anche la produzione dedicata all’uomo, in particolare con i mocassini di tipo “car shoes”, molto amati dall’avvocato Gianni Agnelli che, quando approdava con la sua barca al porto di Portofino, non mancava di fare una visita al negoziante.

Oggi sono i figli del ciabattino a portare avanti la boutique, che non ha più una sua produzione interna, ma continua a mantenere alto il livello delle shoes a Portofino e degli altri prodotti trattati, oltre alle calzature (piccola pelletteria, accessori), attraverso la vendita di marchi prestigiosi di qualità elevata e dall’impronta artigianale, con una storia affine a quella del negozio stesso: Castañer, Torlasco, Barrett, Vanessa Bruno, Pura López, per ricordare alcune delle griffe più raffinate che campeggiano sui modelli disponibili presso Mingo di Portofino.

Lo storico negozio di shoes a Portofino è situato nella rinomata località della Riviera Ligure, che si trova nella parte occidentale del Golfo del Tigullio. Una perla turistica che non arriva nemmeno a 500 abitanti ma è considerata uno dei luoghi più belli del mondo, resa ancora più particolare dalla insenatura delineata dalle colorate casette, in tipico stile ligure, e dal Parco Nazionale che lo circonda. “Un piccolo villaggio che si allarga come un arco di luna attorno a questo calmo bacino”: così, nel 1889, lo scrittore Guy de Maupassant descriveva questa incantevole baia, dopo esserne rimasto colpito osservandola a bordo del suo veliero Bel Ami.

Facilmente raggiungibile con un autobus di linea o con un battello che effettua servizio da Rapallo e Santa Margherita Ligure, il borgo presenta inoltre un'antica fortezza divenuta residenza privata a fine Ottocento, il Castello Brown, location richiesta anche per convention aziendali e per matrimoni. Da visitare anche la chiesetta di San Giorgio, in stile romanico, e l'Abbazia di San Fruttuoso, sempre raggiungibile in battello, oggi uno dei tesori artistici restaurati e amministrati dal FAI (Fondo per l'Ambiente Italiano) situato nel borgo dei pescatori tra Portofino e Camogli.  


Servizi

Mingo a Portofino è uno storico negozio di calzature artigianali, situato nell'incantevole borgo marinaro ligure, conosciuto in tutto il mondo e meta, ancora oggi, di personalità influenti e personaggi del mondo dell'arte e dello spettacolo. Prende il nome dal ciabattino che aprì la sua bottega negli anni Trenta e che dovette la sua fortuna a un paio di sandali commissionatigli dalla contessa Camerana, nota alle cronache mondane. Da allora il negozio si specializzò nella creazione a mano di sandali estivi da donna, di corda e di sughero, di raffinate ballerine e di mocassini da uomo, i cosiddetti car shoes, molto amati dall'avvocato Gianni Agnelli che, quando approdava con la sua barca al porticciolo ligure, si fermava a fare qualche acquisto di lusso in Piazzetta.

Oggi lo store di shoes a Portofino è portato avanti dai figli del ciabattino. Anche se non si è mantenuta la produzione interna di scarpe, i prodotti trattati – calzature, piccola pelletteria e accessori – continuano a rispondere a elevati standard qualitativi ed estetici, nel rispetto della tradizione: modelli sofisticati, dotati di sobria eleganza, con particolari e rifiniture in grado di fare la differenza.

Ecco alcuni del marchi principali che si possono trovare nella boutique:

  • Castañer, azienda catalana con sede a Girona (Barcellona);
  • Torlasco, nato negli anni Ottanta a Castelnuovo Scrivia, in provincia di Alessandria, e specializzatosi in lavorazioni artigianali negli anni Novanta;
  • Barrett, creato nel 1917 a Parma in seguito a un fortunato incontro, quello tra l'omonimo proprietario di una conceria londinese e i mastri artigiani della cittadina emiliana, Tanzi e Zanlari, conosciuti dal primo durante un viaggio in Italia;
  • Vanessa Bruno, che porta il nome della designer parigina sua fondatrice, associata a creazioni femminili eleganti e casual al tempo stesso;
  • Pura López, che ha avuto origine, oltre vent'anni fa, dall'esperienza e dall'arte dello spagnolo Antonio López Moreno.